Mercatino a Bitonto… le mie emozioni!

Cari blog-amici…

Il mercatino a Bitonto è stato proprio bello!

Finalmente! Fatemelo dire… sono contentissima e pensare che il giorno prima avevo un’ansia!


Giovedì sera mi metto al lavoro, venerdì mattina anche visto che sto approfittando di un giorno libero che mi spetta dal lavoro e quindi…

Venerdì pomeriggio Vituzzoesce presto per poter accompagnare me a Sannicandro… grazieeeeeeeeeeeeeeee

Ho appuntamento a Bitonto per le 16.30 circa… a quell’ora manca poco per arrivare a Sannicandro quindi ero puntualmente in ritardo ^_^

Arrivo a casa dei miei saluto velocissimamente, raccolgo alcuni lavoretti dipinti a mano che mia madre ha tirato fuori dal mio cartone e penso: “li porto, non li porto…” alla fine li prendo pensando semplicemente di addobbare meglio il tavolo… e invece riesco a venderli!

Passo alla velocità della luce da casa di mia sorella (sullo stesso pianerottolo) per chiederle le chiavi dellla sua macchina strategicamente posizionata davanti alla mia in garage… tutto questo mentre mia nipote mi salta addosso per salutarmi… tesssssoro…

Scendo in garage accompagnata da mio padre che non sembra tanto contento e ha ragione visto che era comodamente seduto sul divano a guardare la TV e starà pensando “ma questa sempre di fretta va?!”.
Intanto rifiuto gentilmente (abbastanza gentilmente) la proposta di mia madre che vuole venire con me a Bitonto per aiutarmi. Risposta: “no mamma, grazie ma farò tardi…”
Ecco la prossima volta magari ci penso prima di rifiutare un aiuto…

Insomma mi metto in macchina e sfreccio, letteralmente, con la mia 600 blu alla volta di Bitonto, mi dirigo verso l’orologio immaginandomi una torre e poi scopro che l’orologio sta sopra un arco.
Cerco un posto facendo 3 volte il giro della piazza, disperata mi fermo e telefono alla mia amica Lina che mi dice… “Ma come pensi di scaricare la roba? Entra dall’arco e parcheggia DOPO l’orologio”.
Sono sempre belle notizie.

Parcheggio e vedo già tutti in fermento, lasciandomi prendere già dalla gioia di essere lì in mezzo a tutto quel via vai di gente che monta e smonta tavoli, gonfia palloncini per i bambini, porta cartoni di materiale, ragazze in abiti d’epoca evidentemente pronte per un corteo, … e scopro che il mercatino si terrà in una stradina strettissima…
Lì per lì sono un po’ perplessa però a mano a mano che percorro la stradina, inseguendo la signora che mi indicherà il mio posto decido che non è niente male!
Inizia una serie di andirivieni per portare tavolo, cartoni, troller, tutto vicino al mio posto (da sola) che mi riducono ad un pezzo di sudore ancor prima di cominciare al serata…
Non so perché ma questo genere di fatiche fisiche ha comunque il potere di gasarmi, non vedo l’ora di montare tutto e godermi la gente del posto!

Un’altra signora gentilissima aspetta accanto alle mie cose fintanto che esco la macchina dal borgo per parcheggiarla degnamente su una striscia blu… passa un’altra mezz’ora buona. La ringrazio un miliardo di volte e concedo lo sconto sull’acquisto fatto, anche perché mi ha portato tutte le sue amiche, mi ha saggiamente consigliata su come disporre i pezzi sul tavolo (avendo avuto un negozio per tanti anni è pratica di vetrine)… se lo merita proprio!

Finalmente comincio a tirar fuori tutto: tovaglia, espositori, il vaso… tiro fuori il fagottino dei bijoux e mentre tolgo gli spilli vado dritta come un treno… e non mi rendo conto che dietro di me la gente si ferma, osserva, chiede… e no nsolo per curiosità!

Non ho ancora finito di preparare il banco e ho già venduto 2 paia di orecchini! Incredibile!!!
Riesco a scattare qualche foto giusto quando ancora non c’è tanta gente… quella piccola stradina starà in fermento fino a che non decideremo tutti che è ora di chiudere bottega e tornare a casa. E vi giuro che in quel momento non avrò nessuna voglia di tornare, si sta così bene!

Sono tutti simpaticissimi!

Incontro anche altre hobbiste eduna piccola creatrice di bijoux che si chiama Domenica se non ricordo male… e se ricordo male perdonami!
Pensate che questa piccola hobbysta crea i bijoux per la mamma e sicuramente anche per le amichette… non ti fermare perché l’anello che ho visto era bellissimo quindi continua così!

Poi vediamo… c’è un ragazzo che compra una matita e mi chiede una confezione regalo… insomma faccio quel che posso!

E poi c’è una coppia di “nonni” che abita proprio accanto a dove sono io col mio banco e che mi terranno compagnia tutta la sera… sembra facciano il tifo per me, sono gentilissimi e magari sono proprio loro a portarmi fortuna!
Quando ho chiuso tutto la signora mi aspetterà finchè non finirò di caricare la macchina per poter andare a dormire… tenerissima.

Sono sicura che non guarda internet ma la ringrazio di cuore davvero…

Mi rimetto in macchina, saluto il vigile carino che mi ha concesso di passare dove non posso e ri-sfreccio alla volta di Sannicandro gasatissima, più di quando sono arrivata!

A pensarci mi torna lo stesso entusiasmo!
Da copione mi metto a cantare a squarcia gola (è mezzanotte passata, strada deserta lo farebbe chiunque no?!) pensando per l’ennesima volta che le endorfine sono il miglior stupefacente che esista!!!

Eros Ramazzotti non è il mio cantante preferito (ma mia nipote lo adora e abbiamo visto insieme un concerto) però lo mettono alla radio e canto con lui:

Forse un giorno tutto cambierà
più sereno intorno si vedrà
voglio dire che
forse andranno a posto tante cose
ecco perchè
ecco perchè
continuerò
a sognare ancora un po’
uno dei sogni miei
Quello che c’è in fondo al cuore non muore mai
se ci hai creduto una volta lo rifarai
se ci hai creduto davverocome ci ho creduto io

Sembra fatto apposta!

E poi, e poi, e poi ancora tante altre cose bellissime, magari tirerò fuori qualche altro ricordo quando vi metterò le foto dei lavoretti nuovi!
Ciao e…

Grazie Bitonto!!!!


6 thoughts on “Mercatino a Bitonto… le mie emozioni!

  1. Susy, ma quanto ha scritto!! Lo so che lo hai fatto per noi che siamo distanti da Bitonto e dai tuoi mercatini. Leggendo tutto attentamente mi sono vista vicino al tuo banchetto ad ammirare tutto nei minimi particolari e alla fine forse ho anche comperato qualcosa – naturalmente sempre con la fantasia – come ho già detto sei troppo distante – Ciao

  2. Ciao Zia Dantè,
    sì lo so, stavolta non mi sono contenuta… ma è stato davvero tutto così bello che non volevo tralasciare niente!

    Un abbraccio.

  3. Ciao susy
    io sono di bitonto e sono felice di aver letto il tuo post.
    a nome di tutti i bitontini
    GRAZIEEEEEEE
    putroppo della nostra città si parla solo quando ci si spara o per i blitz di droga…
    .. .MA BITONTO NON è SOLTANTO QUESTO!!!!
    cmq per ringraziarti pubblicamente visita domani il sito che io gestisco
    http://www.bitonto.net
    ci sarà una bella sorpresa
    ;-P
    grazie ancora!

    marica

    ps. bitonto.net ha anche un blog, mi farebbe piacere se entrassi a far parte della community
    http://bfreezones.myblog.it
    TI ASPETTO!!!!

  4. Ciao Marica!
    Sono stata un po’ assente e mi accorgo solo ora del tuo messaggio, beh che dire… mi riempi di gioia!
    Sicuramente verrò a visitarti sul sito!

  5. Ciao Susi!
    Grazie per la visita al blog. Capisco il tuo entusiasmo. E’ lo stesso che provo io quando con il gruppo montiamo il palco e gli strumenti con il gruppo e comincio a suonare in pubblico e dopo a parlare con la gente.
    Ramazzotti non è il massimo, però l’ultima con i Tazenda è proprio bella. Ascoltala!
    Ciao,
    Adriano

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...